Seggiolone per pappa: cosa sapere

Il seggiolone pappa è uno degli strumenti utili ai genitori per la gestione dei più piccoli davvero indispensabili. A volte, con altri dispositivi, si possono trovare alternative, ma chi ha un neonato può confermare quanto sia difficile fare a meno del seggiolone.

Si tratta però di un acquisto da ponderare bene e per il quale i futuri genitori devono prendersi molto tempo per effettuare la decisione più giusta e capire quali siano le promozioni ai costi migliori.

I genitori più acerbi di educazione se lo potranno chiedere: a quanti mesi per il bambino inizia a diventare utile usare il seggiolone?

L’età consigliata per cominciare a utilizzare un seggiolone per la pappa è più o meno i sei mesi: si tratta di un momento molto cruciale nello sviluppo del piccolo, dato che il collo comincia a reggere senza tante problematiche la testa e il bimbo diventa in grado di stare seduto da solo.

Si tratta dello svezzamento: in questo periodo il bambino inizia ad assumere le prime pappe semiliquide ed è una fase davvero essenziale per la crescita del bimbo, che sarà contrassegnato in un breve lasso di tempo da diversi cambiamenti, fra i quali l’ingresso ai pasti con i bambini. Una volta capito quale sia il momento più adatto per cominciare a svezzare il bimbo, occorre iniziare a valutare quali siano le caratteristiche dei migliori seggioloni pappa per la propria realtà.

La principali caratteristiche che dovrebbe avere un seggiolone per la pappa sono:

  • essere ergonomico,
  • resistente,
  • sicurezza,
  • che costi poco,
  • facilmente lavabile,
  • comodo.


Il seggiolone, inoltre, serve a mangiare e dunque non dovrebbe essere usato per giocare o dormire. Sarà sufficiente fare un breve tour nei negozi accreditati per l’infanzia o consultare i cataloghi di molte marche o siti di e-commerce per accorgersi che l’offerta di seggioloni è davvero variegata e sono diversi i modelli che hanno, ad esempio, la seduta reclinabile. Qui troverete maggiori informazioni sui modelli reclinabili.